Elenco Tornei
Storico Tornei
InterAziendale 2016/17
Open 2016/17
Dati Torneo
 Riepilogo
 Calendario
 Classifica
 Marcatori
 Disciplina
 Fair-Play
 Squadre
 Qualificate
 Comunicati
 Il Punto
 Regolam. e Formula
 Campi
 Premiazioni
 Statistiche
 Best Player
 Video
 Area Riservata
Convenzioni
No banner in farm
Informazioni
 Chi Siamo
 Contattaci
 In caso d'infortunio
 Arbitri MSP
 Smartphone
 Convenzioni
 Modelli Vari
 Previsioni Meteo
 Archivio Pagine
Cerca
MARACANA' 2007/08 CRONACA
Giornata Data Ora Campo Squadre Ris. Opzioni
1a Divisione
1a giornata

       
GIO 25/10/2007 19:00 Newton Polizia Penitenziaria
Ligas Massimo
Curreli Gianpalmerio
Flore Battista
Leoni Giovanni
gioco scorretto Lubello Andrea
- Sardinian Op.Serv.
Campus Francesco
Schirru Maurizio
Semeraro Mauro
6 - 3
Apri in PDF     
CRONACA DELLA PARTITA - [1948 view]
Maurizio
25/10/2007
23:21

3.503 batt.
Partita ricca di spettacolo e di belle giocate quella vista oggi al campo di via Newton: molta curiosità attendeva l’esordio della rinnovata Polizia Penitenziaria, opposta ai velocissimi giocatori della Sardinian Operation Service.
Il cielo è sempre plumbeo e la finissima pioggerellina all’Inglese sembra non voler abbandonare neppure questo secondo incontro della giornata.
Arbitra: Rais
 
La partenza è tutta per i rosa dei Sardinian, che rapidi e sguscianti impegnano nei primi minuti l’ottimo Mattia Giannoni, che si rende subito protagonista deviando in angolo le “bombe” quasi a botta sicura di Semeraro al 2° ed al 3° minuto.
Lo stesso Giannoni nulla può al 5° minuto, battuto da Campus che finalizza un rapido contropiede della sua squadra 0-1
I Rosa insistono e Giannoni vede sempre la palla passare pericolosamente dalla sue parti a seguito delle conclusioni ancora di Semeraro al 6° e all’ 8° minuto.
Al 10° la gran parata di Giannoni sul sinistro velenoso di Depilano trova però i Sardinian impreparati al contropiede avversario: Curreli si invola sulla destra e mette poi al centro per Leoni, che non ha difficoltà ad insaccare l’1 a 1 nella porta sguarnita.
La reazione dei uomini in maglia rosa è rabbiosa e dopo l’ennesima gran parata di Giannoni su conclusione di Deplano, è Semeraro ad insaccare a porta sguarnita riportando cosi i suoi sull’1 a 2 al 15° minuto.
Ma la furia agonistica dei ragazzi del Sardinian sembra spegnersi qui perché negli ultmi 10 minuti sono i Poliziotti a venire fuori e complice una ottima organizzazione di squadra prima colpiscono il palo con Flore, poi dopo una conclusione di Curreli che chiama al grande intervento l’estremo Squeglia al 21°, vanno due volte in rete in rapida successione ai minuti 22 e 23 con Curreli e Flore, chiudendo cosi il primo tempo in vantaggio per 3 a 2.
 
Il secondo tempo si apre subito con l’ennesima gran parata di Giannoni su conclusione, manco a dirlo, di Semeraro, ma al 2° minuto i Poliziotti si portano sul 4 a 2 con Ligas, che finalizza uno dei tanti contropiedi che i rosa concedono troppo facilmente agli avversari.
I rosa Sardinian sembrano stanchi e demoralizzati, e si affidano sempre più alle conclusioni individuali dalla distanza, che però non impensieriscono più di tanto l’ottimo Giannoni.
E invece ancora Sulis a sfruttare le praterie lasciate dai Sardinian per siglare la sua persone tripletta al 10 e 18° minuto, portando cosi i suoi a condurre per 6 a 2
La partita perde via via di intensità, ed a parte un eccessivo nervosismo di entrambe le squadre, rimane il tempo per vedere il 6 a 3 dei Sardinian con Schirru, che al 21° minuto sfrutta un errore in fase di ripartenza dei Poliziotti per battere per la terza volta l’incolpevole Giannoni.
 
Alla fine il risultato è giusto; i rosa Sardinian, pur mostrando tre le sua file elementi di ottimo spessore come Campus, Deplano e soprattutto Semeraro, sono apparsi un po troppo individualisti e con una difesa da registrare, mentre la polizia Penitenziaria ha mostrato soprattutto un ottimo collettivo, nel quale sono apparsi in evidenza l’ottimo portiere Giannoni, Leoni e soprattutto Ligas, che anche in virtù della tre reti realizzare è per noi l’uomo Alan della partita.
©2004-2024 Alberto Tiddia - Riproduzione vietata.