Elenco Tornei
Storico Tornei
InterAziendale 2016/17
Open 2016/17
Dati Torneo
 Riepilogo
 Calendario
 Classifica
 Marcatori
 Disciplina
 Fair-Play
 Squadre
 Comunicati
 Il Punto
 Regolam. e Formula
 Campi
 Premiazioni
 Statistiche
 Best Player
 Video
 Area Riservata
Convenzioni
No banner in farm
Informazioni
 Chi Siamo
 Contattaci
 In caso d'infortunio
 Arbitri MSP
 Smartphone
 Convenzioni
 Modelli Vari
 Previsioni Meteo
 Archivio Pagine
Cerca
TELECOM C5 - RICORDANDO NANDO 2011 CRONACA
Giornata Data Ora Campo Squadre Ris. Opzioni
Girone Cagliari
Finale 1-2 posto

       
GIO 16/06/2011 19:00 Newton-2  TIM
Sirigu Matteo
Astero Simone
Garau Claudio
-  Amici di Candelà
Tiddia Alberto
gioco scorretto Aresu Flavio
4 - 1
Apri in PDF       
CRONACA DELLA PARTITA - [2465 view]
Maurizio
16/06/2011
22:39

6.579 batt.
Finalissima del torneo di calcio a 5 Telecom, quest’anno intitolato alla memoria del collega, ma soprattutto amico, Nando Gadaletta, che ci ha lasciato troppo presto meno di un anno fa.
A contendersi la vittoria finale le squadre di TIM, guidata in panchina da Mr. Tore Sirigu, e Gli Amici di Candela, guidata da Mr Ennio Casula, e che prende il nome proprio dal modo in cui Ennio era solito chiamare Nando.
TIM si presenta imbattuta alla gara odierna, e con numeri importanti, visto che può vantare il miglior attacco e la miglior difesa di tutto il torneo.
Tre le sconfitte accumulate invece dagli Amici di Candela, tra le quali quelle patite negli due precedenti con gli avversari odierni.
Pubblico delle grandi occasioni in tribuna; tra i presenti anche la moglie ed i figli di Nando.
Una splendida giornata fa da cornice alla gara, che dopo il minuto di raccoglimento inizia agli ordini del Sig. Cossu.

1° Tempo:
Mr. Sirigu inizia con Ferraro tra i pali, con Matteo Sirigu, Carletto Astero, Federico Cocco e Claudio Garaue a completare il quintetto; dalla parte opposta Mr. Casula risponde con Bargone tra i pali, Sergio Montisci, Momo Defraia, Alberto Tiddia e Flavio Aresu a comporre il quintetto di inizio gara.
La prima conclusione pericolosa capita tra i piedi di Garau, che al 3° sfiora l’incrocio dei pali alla sinistra di Bargone con un diagonale dalla sinistra.
TIM insiste, ed un minuto dopo, al culmine di una confusa azione, Cocco coglie l’incrocio dei pali alla sinistra di Bargone con un destro da distanza ravvicinata.
Al 7° Sirigu libera al tiro Astero,che può calciare a tu per tu con Bargone, bravo a salvare in uscita; la sfera arriva dalle parti di Cocco, che impatta di destro a botta sicura, con Aresu che riesce a salvare sulla linea di porta.
Ala prima vera azione Gli Amici di Candela passano, grazie a Tiddia, che deposita nella porta sguarnita un perfetto assit dalla sinistra di Defraia, bravo a liberarsi nel’occasione della marcatura di due avversari: 
TIM non ci sta, e nel giro di un minuto Bargone deve salvare per due volte la propria porta dalle conclusioni di desto di Sirigu.
Al 12° Feraro blocca con sicurezza il diagonale dalla destra di Defraia.
Al 14° Carleto Astero lavora bene il pallone centralmente e poi serve sulla sinistra Simone Astero,che gira immediatamente sul secondo palo per Garu, che di destro insacca nella porta sguarnita: 1 a 1
Un minuto dopo, prima Carlo Astero calcia a lato a tu per tu con Bargone, e su capovolgimento di fronte Ferraro è bravo a girare in angolo il destro di Deferaia, sugli sviluppi del quale ancora una volta Ferraro è bravo a girare a lato il sinistro ravvicinato di Montisci.
Al 18° passa di poco a lato di diagonale dalla destra di Aracu, che può calciare indisturbato dopo essere stato servito a Defraia.
Un minuto dopo lo stesso Aracu non è fortunato quando vede il suo sinistro stamparsi sul palo interno ala sinistra di Ferraro,che è bravissimo trenta secondi dopo a salvare sul destro ravvicinato di Tiddia.
Dalla parte opposta Bargone al 20° salva di piede sul diagonale dalla destra di Calledda.
Al 22° TIM può battere una punizione dal limite sinistro dell’area: Sorigu prima calcia prima sulla barriera ma la seconda conclusione è vincente, visto che la palla si incunea tra gli avversari e batte Bargone: 2 a 1
Un minuto dopo il Sig. Cossu punisce con il rigore il fallo in area di Simone Astero su Aracu; sul dischetto si porta Defraia, che calcia senza rincorsa e manda la palla a lato della porta di Ferraro.
Proprio allo scadere della prima frazione TIM ha due altre occasioni, prima con Calledda e poi con Carlo Astero, ed in entrambe le circostanze Bargone è bravo a salvare di piede.

2° Tempo:
Tante potenziali occasioni, ma nulla di veramente pericolo ad inizio ripresa, con i due estremi praticamente inoperosi almeno fino al 10 minuto.
Tra le più pericolose “potenziali” occasioni, da segnalare quella che capita a Ladu al 9°, quando il N° 10 di Ennio Casula, tutto solo davanti a Bargone, cerca e non trova un compagno sul secondo palo invece di calciare in porta.
Al 10° è Montisci a calciare di poco a lato dal limite dell’area.
Al 12° TIM batte una punizione al’altezza dei 10 m: calcia il solito Sirigu, che prima con il destro colpisce la barriera e poi con il sinistro coglie l’estero del palo alla destra di Bargone.
Lo stesso Bargone è bravo a salvare, un minuto dopo, sul destro ravvicinato di Sirigu.
Al 15°Carlo Astero non è fortunato, visto che vede il suo destro stamparsi nell’incrocio alto alla sinistra di Bargone.
Al 17° Bargone è ancora protagonista, quando salva la propria porta sul destro ravvicinato di Sirugu, presentatosi a tu per tu con l’estremo di Ennio dopo aver eluso la marcatura di Montisci.
Ma lo stesso Bargone non può nulla al 18° sull’ennesima conclusione ravvicinata di Sirigu, che insacca di destro sfruttando al meglio il perfetto assist di Carletto Astero3 a 1 
Al 22° un bel diagonale di Aracu dall’out di destra passa di poco alto dalla porta di Ferraro.
Trenta secondi dopo Bargone è ancora bravo a salvarsi sul destro ravvicinato di Carletto Astero.
Al 24° una veloce ripartenza condotta da Carletto Astero permette a Simone Astero di calciare di destra sotto porta, con la pala che passa tra le gambe di Bargone e termina la corsa in fondo alla rete: e la rete del 4 a 1   che pone fine alle ostilità-

TIM si aggiudica con pieno merito una bella finale, che vale l’ennesimo trofeo, al temine di una gara nella quale, in virtù di una miglior organizzazione del collettivo, controlla gli avversari per poi affondare il colpo al momento giusto.
Gli Amici di Candela dispongono di mezzi tecnici pari agli avversari ma difettano di organizzazione di squadra, e questo non gli permette di gestire al meglio sia la fase offensiva che quella difensiva, e troppo spesso si trovano in balia degli avversari.

A citare un singolo a dispetto un altro si corre il rischio di fare un torno a qualcuno, quindi mi limito a segnalare i migliori per squadra, che per Gli Amici di Candela è sicuramente Bargone, mentre dalla parte opposta a mio giudizio il migliore è Carletto Astero , al quale va coppa di uomo Alan della finale

A tutti diamo l’arrivederci alla prossima edizione del torneo.
Anonimo
17/06/2011
08:35
complimenti al Cral e ad Alantornei per la perfetta organizzazione della serata in ricordo di Nando
ciao a tutti
Flavio
Alberto
17/06/2011
09:35
Todde Paolo
17/06/2011
10:20
E' stata una serata splendida e organizzata in maniera perfetta dagli amici ALAN Tornei e CRALT  .   
Per i dovuti ringraziamenti non basterebbe questo spazio sul sito perchè credo che il vedere veramente tanta gente, intervenuta a ricordare l'indimenticabile Nando, sia il ringraziamento migliore. Un applauso pertanto ad Angelo S., Alberto T, Maurizio F., Cristoforo L., Massimo D., Antonello L., Giuseppe M., Andrea L. e a tutti gli amici che hanno collaborato per la buona riuscita di questa serata. Concludo con un ringraziamento particolare e personale a nome mio e dello squadrone "Fathers and Sons" per il riconoscimento ottenuto che ci ha fatto enormemente piacere e ci ha dato la voglia di riproporci, se ve ne sarà la possibilità, anche l'anno prossimo. Complimenti a tutti. Paolo
Angelo
17/06/2011
14:10
Ci scusiamo innanzitutto per il ritardo nel caricamento del filmato, entro questa sera verrà pubblicato.

Ringraziamo nuovamente coloro che hanno partecipato perché grazie alla loro presenza hanno fatto sì che la manifestazione raggiungesse lo scopo che avevamo prefissato:
una serata da ricordare con commozione, ma soprattutto con gioia, per Consuelo, Marco, Chiara,  tutti i familiari di Nando presenti e perché no, anche per noi tutti.

Dal punto di vista sportivo, dobbiamo dire che la finale è stata bella e vinta meritatamente dalla squadra più forte. Finale che ha riscattato un torneo un po spento e crediamo che se non saremo capaci di proporre formule alternative e mentalità più dopolavoristiche, sia destinato a morire a breve. Stiamo però già lavorando in questa direzione con qualche nuova idea e credo che ancora per un paio di anni riusciremmo a dargli nuova linfa.

Concludiamo ringraziando Roberto Zonca ed i suoi ragazzi per la targa all’organizzazione.
Complimenti ne riceviamo tanti ma questi gesti sono sempre molto graditi soprattutto perché fatti con grande sincerità.

Grazie a tutti e a presto.

ALANtornei.

©2004-2021 Alberto Tiddia - Riproduzione vietata.