Elenco Tornei
Storico Tornei
InterAziendale 2016/17
Open 2016/17
Dati Torneo
 Riepilogo
 Calendario
 Classifica
 Marcatori
 Disciplina
 Fair-Play
 Squadre
 Qualificate
 Comunicati
 Il Punto
 Regolam. e Formula
 Campi
 Premiazioni
 Statistiche
 Best Player
 Video
 Area Riservata
Convenzioni
No banner in farm
Informazioni
 Chi Siamo
 Contattaci
 In caso d'infortunio
 Arbitri MSP
 Smartphone
 Convenzioni
 Modelli Vari
 Previsioni Meteo
 Archivio Pagine
Cerca
MARACANA' INTERAZIENDALE 2016/17 CRONACA
Giornata Data Ora Campo Squadre Ris. Opzioni
2a Divisione
11a giornata

       
VEN 31/03/2017 19:00 Newton  Polizia Penitenziaria
-  A-DEV
Piras Fabrizio
0 - 1
Apri in PDF     
CRONACA DELLA PARTITA - [589 view]
MarcoF
31/03/2017
20:41

5.943 batt.

A-DEV, BASTA UN GOAL

Vittoria fondamentale per gli arancionero, che alimenta le speranze di una qualificazione diretta alla fase finale.


Contro una rimaneggiata PolPen, basta una bella girata di testa di Piras a portare i tre punti in casa A-Dev; tre punti che lanciano gli arancioneri all'inseguimento della quarta piazza, utile per l'accesso diretto alla fase finale e virtualmente distante un solo punto, dato che l'A-Dev ha ancora una gara da recuperare. Una vittoria meritata per gli arancioneri, che hanno avuto più occasioni degli avversari, superandoli anche nel conteggio dei legni colpiti, che questa sera sono stati particolarmente tanti (due per la PolPen, tre per l'A-Dev). Oltre che una lista giocatori molto corta (sette uomini contati), la PolPen paga la grande differenza di età media con gli avversari, che annoveravano molti ventenni.

Di seguito, la cronaca del match diretto dal sig. Atzeni, dell'MSP Sardegna.

PRIMO TEMPO:
Parte bene l'A-Dev, che dopo appena tre minuti trova il palo con Barabino, lasciato un po' troppo libero in area. La PolPen risponde immediatamente con Urru, il cui destro da posizione defilata termina a lato all'altezza del primo palo.
L'A-Dev però alza subito il baricentro, cercando di schiacciare gli avversari nella propria trequarti. Gli arancioneri riescono, infatti, a rendersi più pericolosi degli avversari, anche se manca un po' troppo spesso l'ultimo passaggio o la giusta freddezza e decisione sottoporta.
La gara si infiamma nuovamente sul finire della prima frazione, a partire dal 18', con un lancio lungo di Dessì che diventa un tiro in porta, con Moro che mette in angolo non senza difficoltà. Di lì a poco, lo stesso Moro manca il pallone in un'uscita a presa alta, ma Barabino non riesce ad approfittarne.
Al 20' è Meloni a rendersi pericoloso, con una velenosa palla messa in mezzo da calcio piazzato che nessuno riesce a deviare, terminando di poco a lato.
Prima del fischio finale, botta e risposta fra le due compagini: prima l'A-Dev prova ad approfittare di un'altra indecisione di Moro, ma i giocatori in maglia rossa fanno muro davanti alla porta sguarnita, ribattendo il tentativo arancionero; sul capovolgimento di fronte, Andrea Urru va via elegantemente sulla sinistra e spara, da posizione defilata, con la punta, scheggiando però la traversa.

SECONDO TEMPO:
In avvio di ripresa, l'A-Dev trova subito il goal del vantaggio, con Garau che pennella un cross perfetto per la testa di Fabrizio Piras, che gira di testa in maniera perfetta, mettendo la sfera sotto l'incrocio. [GOAL A-DEV! 0-1]
Al 28' altra occasione per gli ospiti, con Moro che non trattiene una conclusione da fuori, permettendo a Pisanu di avventarsi sulla sfera, che dopo un rimpallo con lo stesso Moro termina fuori.
Al 30' la PolPen va vicinissima al pari, con un fantastico destro dalla distanza di Rallo, con la palla che impatta con la faccia interna della traversa e sbatte violentemente al di qua della linea di porta. I padroni di casa però soffrono sempre di più la stanchezza contro una squadra molto più giovane e con cambi a disposizione, che pressando alto impedisce di impostare correttamente l'azione offensiva. Gli arancioneri infatti diventano sempre più padroni del campo: al 32' altro palo, stavolta colpito da Pisanu con un altro tentativo da fuori; lo stesso Pisanu spreca poi una buona occasione due minuti più tardi, con un controllo un po' troppo macchinoso che non gli permette di prendere correttamente la mira al momento di calciare il pallone in porta.
Al 41' ottima ripartenza di Marco Atzori, che poi prova il pallonetto morbido da fuori area, superando Moro ma non trovando, anche se non di molto, lo specchio della porta. Passano altri tre minuti e arriva il terzo palo per gli ospiti, centrato in pieno da Barabino con un destro dalla distanza.
Si arriva agli ultimi cinque minuti di gioco. La Polizia Penitenziaria tenta dunque il tutto per tutto per pareggiare il match, facendo addirittura arrivare il portiere in area avversaria durante le palle inattive e, più in generale, dando fondo alle residue risorse: al 21', il solito Rallo impegna severamente Ena con un preciso piatto destro dalla distanza, neutralizzato in due tempi. Al 26', nell'unico minuto di recupero assegnato dal direttore di gara, è Urru a provarci con una girata sugli sviluppi di un corner, ma senza fortuna.

IL MIGLIORE:
Per stasera, ho deciso di premiare la grinta e la costanza di Marco Atzori (A-Dev), che ha lottato su ogni palla in mezzo al campo, strappando diverse volte la sfera dai piedi avversari e facendo ripartire l'azione dei compagni. Grande prova di sacrificio, dunque, la sua. Va anche vicinissimo al goal con uno splendido pallonetto.

NOTE DI MERITO:
Per la PolPen, il migliore è sicuramente Vincenzo Rallo. Il numero 19 in maglia rossa va diverse volte vicinissimo al goal grazie ad un tiro potente e preciso. La traversa colta al 5' della ripresa grinda vendetta. Andrea Urru si vede a sprazzi sulla sinistra, probabilmente anche a causa dell'assenza dei cambi che lo costringono a centellinare gli sforzi. Quando si accende, crea diversi grattacapi alla retroguardia avversaria.

Per l'A-Dev, Fabio Barabino è fra i più vivaci là davanti, anche se oggi pecca un po' di lucidità. Il suo score stagionale, che recita 12 reti in 15 apparizioni, resta comunque invidiabile! Doverosa citazione anche per Fabrizio Piras, autore dello splendido goal che ha regalato la vittoria alla sua squadra, ma anche per Enrico Tito Ena che, nonostante sia stato chiamato in causa poche volte, è sempre rimasto lucido, conferendo grande sicurezza al pacchetto arretrato.
©2004-2022 Alberto Tiddia - Riproduzione vietata.