Elenco Tornei
Storico Tornei
InterAziendale 2016/17
Open 2016/17
Dati Torneo
 Riepilogo
 Calendario
 Classifica
 Marcatori
 Disciplina
 Fair-Play
 Squadre
 Qualificate
 Comunicati
 Il Punto
 Regolam. e Formula
 Campi
 Premiazioni
 Statistiche
 Best Player
 Video
 Area Riservata
Convenzioni
No banner in farm
Informazioni
 Chi Siamo
 Contattaci
 In caso d'infortunio
 Arbitri MSP
 Smartphone
 Convenzioni
 Modelli Vari
 Previsioni Meteo
 Archivio Pagine
Cerca
MARACANA' INTERAZIENDALE 2016/17 CRONACA
Giornata Data Ora Campo Squadre Ris. Opzioni
Girone C
7a giornata

       
GIO 15/12/2016 19:00 DonBosco-A  Polizia Penitenziaria
Curreli Davide
-  Vigili del Fuoco
Lepori Diego
Trudu Maurizio
Ghiani Gianclaudio
1 - 6
Apri in PDF     
CRONACA DELLA PARTITA - [502 view]
Laura
15/12/2016
22:26

5.806 batt.

Settimo risultato utile consecutivo per i Vigili del Fuoco, da oggi primatisti

Sconfitta la Polizia Penitenziaria in un match dove si contano tanti legni quanto il numero dei gol

 

I Vigili del Fuoco vincono ancora, scavalcano Arma CC e salgono al primo posto in classifica. Incredibile il numero dei legni colpiti in questa partita. Sono ben cinque per i Vigili e due per la Polizia Penitenziaria. Nei primi minuti le squadre si aspettano a vicenda preferendo contenere e non rischiare. Nonostante questo segnano un gol per parte. I Vigili pian piano prendono campo e si rendono pericolosi, crescendo di condizione e creando occasioni da rete. Sfortunati, colpiscono quattro legni ma sono anche concreti e si portano sul 3 a 1 al termine del primo tempo. Nella ripresa, sono maggiori i contrasti per conquistare il pallone. La Polizia Penitenziaria si rifugia spesso nei lanci lunghi a scavalcare il centrocampo o nei tiri dalla distanza, mentre il gioco di squadra e collaudato dei gialli permette loro di arrivare velocemente e con pochi passaggi nella trequarti avversaria e di chiudere il conto. Di seguito la cronaca dell’incontro diretto dal signor Lussu.   
 
Primo tempo:
- al 3° minuto, Fadda serve Lepori, destro in area deviato e palla in angolo. Ripartenza conclusa da Caria con un destro da posizione molto defilata che termina a lato.
- al 4°, palla per Curreli che, dal limite, non sbaglia e spedisce la sfera in rete. 1 a 0
- al 5°, punizione per i Vigili battuta da Cocco, palo pieno.
- all’8°, ripartenza dei rossi portata avanti da Curreli che conclude con un esterno destro di poco fuori.
- al 9°, cross dalla destra di Cocco per Lepori che, in area piccola, appoggia in porta. 1 a 1
- al 14°, Cocco serve Trudu che si accentra e avanza e, una volta dentro l’area, colpisce a colpo sicuro prendendo il palo. Palla a Cocco che tenta dal limite ma il pallone esce di non molto.
- al 16°, Cocco per Lepori, destro in corsa e incrocio pieno.
- al 18°, angolo battuto da Fadda per Trudu, sinistro in corsa ma palla fuori.
- al 19°, Trudu riceve al limite la palla, se la aggiusta e poi fa partire un rasoterra che si insacca. 1 a 2
- al 20°, ripartenza dei gialli, avanza Trudu e poi calcia, Moro respinge con i piedi.
- al 21°, Cocco serve Trudu che, in area, trova il varco giusto e sigla l’1 a 3
- al 23°, ancora un legno, stavolta è Fadda a colpire il palo con un sinistro.
- al 24°, Urru per Curreli, destro potentissimo dalla gran disatnza respinto da Sanna.
- al 25°, bella triangolazione Fadda/Trudu/Cocco conclusa dal numero 10 con un tiro in area che incredibilmente termina a lato.
 
Secondo tempo:
- al 5°, Cocco conquista palla a centrocampo, avanza un po’, calcia con potenza e il suo tiro è di poco alto sopra la traversa.
- al 7°, ripartenza dei Vigili portata avanti da Trudu, al termine della corsa serve Lepori che con il destro spedisce in rete. 1 a 4
- all’8°, ennesimo legno (il quinto) per i Vigili, Mascia avanza solo e indisturbato e calcia con il destro colpendo in pieno il palo.
- al 12°, destro da centrocampo di Curreli bello ma che non inquadra lo specchio.
- al 13°, azione personale di Calzone che avanza e corre per metà campo, poi serve Lepori in area, il numero 9 appoggia in rete. 1 a 5
- al 15°, Argiolas per Caria destro e palo (il sesto e il primo per i rossi) interno, la palla poi esce.
- al 17°, altro legno, stavolta è Lasio con un tiro dalla gran distanza che si stampa sulla traversa.
- al 22°, destro a giro da lontano di Calzone non di molto fuori.
- al 24°, Ghiani si sgancia, avanza e segna un gran gol spedendo in porta un tiro dall’area ma in posizione angolata. 1 a 6
- al 25°, punizione battuta da Caria e respinta da Sanna.
 
Gli interpreti:
POLIZIA PENITENZIARIA: squadra abbastanza chiusa, regge bene nel primo tempo, poi crolla sul finale di frazione e nella ripresa, non riuscendo più a portarsi con costanza nella trequarti dei gialli. La difesa e il centrocampo soffrono la velocità e la capacità avversaria di inserirsi, anche se tutti gli interpreti (Argiolas, Caria, Lasio e Urru) mostrano qualche lampo per accorciare ma senza fortuna. Il giocatore maggiormente pericoloso è Curreli. Autore della rete che sblocca la gara, è pericoloso e per questo “braccato” dagli avversari, mossa che si rivela vincente.
VIGILI DEL FUOCO: la difesa cresce con l’avanzare del tempo, acquistando sempre maggior sicurezza, rischiando pochissimo. Ghiani quando può si sgancia e viene premiato dalla rete al termine della partita. In cabina di regia, Fadda imposta e fa ripartire con personalità l’azione che spesso vede il dialogo i cui maggiori interpeti sono lui, Trudu, Cocco e Lepori. Cocco fa movimento ed è sempre nel vivo dell’azione, serve molti palloni e colpisce un palo. Lepori è il finalizzatore delle squadra e mostra grande concretezza, realizza tre reti facendosi sempre trovare al posto giusto. Un legno anche per lui. Calzone gli serve un passaggio preciso al termine di una bella azione personale.
 
Best player: entra e vivacizza il gioco dei Vigili, dialogando soprattutto con Cocco e Fadda ma anche con Lepori nella ripresa. Trudu dà quella spinta giusta e necessaria ai gialli che, comunque più in palla degli avversari, hanno difficoltà a prendere il largo. Tenta il tiro un paio di volte, colpisce un palo e alla fine va a segno, siglando poi la doppietta (l’1 a 2 e l’1 a 3) che permette di staccare gli avversari e ipotecare il successo.

©2004-2020 Alberto Tiddia - Riproduzione vietata.