Elenco Tornei
Storico Tornei
InterAziendale 2016/17
Open 2016/17
Dati Torneo
 Riepilogo
 Calendario
 Classifica
 Marcatori
 Disciplina
 Fair-Play
 Squadre
 Qualificate
 Comunicati
 Il Punto
 Regolam. e Formula
 Campi
 Premiazioni
 Statistiche
 Best Player
 Video
 Area Riservata
Convenzioni
No banner in farm
Informazioni
 Chi Siamo
 Contattaci
 In caso d'infortunio
 Arbitri MSP
 Smartphone
 Convenzioni
 Modelli Vari
 Previsioni Meteo
 Archivio Pagine
Cerca
MARACANA' INTERAZIENDALE 2015/16 CRONACA
Giornata Data Ora Campo Squadre Ris. Opzioni
1a Divisione
4a giornata

       
LUN 01/02/2016 19:00 Newton  Polizia Penitenziaria
Curreli Davide
-  Algida Soccer
Demartis Danilo
Flumini Roberto
Poddesu Alessandro
Prenza Davide
Spano Ivan
proteste Locci Gianluigi
gioco scorretto Orrù Fabrizio
2 - 7
Apri in PDF     
CRONACA DELLA PARTITA - [589 view]
Valentina
01/02/2016
22:28

5.602 batt.

Algida Soccer avanti tutta

Travolge per 7 a 2 una mai arrendevole Polizia Penitenziaria


Una partita giocata a ritmi lenti ma che regala molte emozioni per via dei tanti goal e delle tante occasioni avute sia da una parte che dall'altra.

A spuntarla è l'Algida Soccer, che nonostante conceda il rapido pareggio a pochi minuti dal primo goal di vantaggio, sa farsi valere e di certo non mostra di avere difficoltà realizzative sotto porta.

Per la Polizia Penitenziaria grande prova di coraggio per aver giocato tutto il match come se il risultato fosse ancora fermo sullo zero a zero, anzi, di certo ha meritato qualcosa in più di questa pesante sconfitta.

Arbitra il Sig. Cangemi.

PRIMO TEMPO
Qualche secondo dopo il fischio d'inizio Algida sblocca il match aprendo le marcature con PODDESU: un goal nato da un'azione in percussione che non lascia scampo al portiere Moro. 0-1.

Rapida replica della Penitenziaria quando CURRELI dal limite scarica il destro che scavalca il portiere Pisano. 1-1.

Sull'altro fronte Flumini tenta la gran botta dal limite, Moro respinge con la punta del piede il potente ed angolato tiro.

Locci avanza palla al piede per poi calciare d'esterno il pallone che finisce sul palo in seguito alla deviazione di un difensore.

Algida attacca sulla fascia sinistra con Demartis, la sua gran botta viene respinta da Moro, ma la ribattuta corta arriva sui piedi di FLUMINI che con una gran sbordata ribadisce in rete. 1-2.

Allo scadere dell'undicesimo Algida riparte in contropiede in un due contro due: Locci a conduce palla, allarga poi per il compagno SPANO IVAN che dopo una serie di finte, trova il pertugio per la perfetta conclusione. 1-3.

Algida cala il poker quando Prenza giunto al limite e di spalle alla porta gioca di sponda per il compagno DEMARTIS, il quale calcia di prima intenzione spedendo dritto dritto in rete. 1-4.

La Penitenziaria risponde con un'azione personale di Curreli, che conducendo palla si muove orizzontalmente lungo l'area per poi incrociare da posizione defilata una conclusione che Pisano solleva facendola impennare.

Rallo tenta la conclusione dalla distanza, la sua gran botta si stampa però sul palo.

Eurogoal di Flumini da calcio piazzato: la punizione da posizione defilata gira con una parabola pulita ed elegante aggirando barriera, difesa e portiere. 1-5.

SECONDO TEMPO
Poddesu attacca sulla fascia, serve poi il compagno Flumini e questo, proteggendo bene la sfera, si gira per poi incrociare sul primo palo una conclusione che Porru (sostituito da Moro), devia in angolo.

Savona sbaglia un rigore in movimento quando in seguito ad un disimpegno effettuato con leggerezza dall'Algida, Curreli ruba palla e servendola al compagno Savano, quest'ultimo sbaglia incredibilmente spedendo la sfera a lato.

Ancora la Penitenziaria in avanti con Lasio che penetrando in area tenta di bucare sul primo palo, ci pensa Pisano a chiudere e spedire in angolo.

Curreli insiste su un pallone vincendo il rimpallo, la difesa spazza via corto, Savona prova a ribadire, ma l'estremo difensore Pisano riesce poi a salvarsi a far sua la sfera prima che Savona si fiondi sulla stessa.

Ripartenza di Algida con Locci che fa filtrare perfettamente per il compagno DEMARTIS, il quale a due passi dalla porta deve “solo” appoggiare in rete. 1-6.

Punizione per la Penitenziaria, Rallo alla battuta, gran botta che Spano Ivan devia sulla linea di porta liberando in corner di testa.

Poddesu parte lungo la fascia, mette al centro per l'accorrente PRENZA che complice una deviazione, appoggia in rete con il piatto. 1-7.

Grande chance di Curreli a due passi dalla porta: di testa e a botta sicura, la stessa viene respinta da Pisano.

CURRELI si fa perdonare meno di un minuto dopo calciando la gran sassata dai 10 metri che Pisano non vede partire. Magra consolazione per il numero 11 della Penitenziaria. 2-7.

Spano Ivan in percussione, la sua rasoiata da poco oltre la metà campo è sventata da Porru che si allunga alla sua sinistra.

COMMENTI FINALI
Polizia Penitenziaria
Affronta bene il primo tempo nonostante i 5 goal subiti, ha la forza per reagire e rendersi pericolosa. La squadra da il meglio di sé nella ripresa quando si allunga, riesce con un gioco più fluido e non solo più individuale, a far girare palla e con pochi e semplici passaggi riesce ad arrivare in area per la conclusione.

In difesa degli attenti Masala e Leoni affannano in poche circostanze, supportati da un buon Lasio che copre sulla sinistra e avanza in fase di impostazione. Impostazione che viene ben dettata dal solito Rallo, precipitoso solo in qualche circostanza e di un buon Curreli.

Algida Soccer
Gran primo tempo: una prestazione decisiva e concreta, a parte qualche piccola sbavatura difensiva a cui riescono in qualche maniera sempre a mettere una pezza. Per il resto il giro palla, pur essendo a volte un po' lento, è sicuramente efficace e manda in confusione gli avversari.

La difesa attenta con Spano Danilo e Orrù, ma è il centrocampo molto folto a fare la differenza grazie a un ottimo Locci che muovendosi tanto con e senza palla al piede da profondità ed ampiezza alla manovra. Bene anche Spano Ivan al centro della metà campo e di Poddesu sull'altra fascia.
La differenza oggi la fa Flumini che muovendosi tanto, gioca di sponda, si smarca e si libera molto bene siglando due importanti reti.
©2004-2020 Alberto Tiddia - Riproduzione vietata.