Elenco Tornei
Storico Tornei
InterAziendale 2016/17
Open 2016/17
Dati Torneo
 Riepilogo
 Calendario
 Classifica
 Marcatori
 Disciplina
 Fair-Play
 Squadre
 Qualificate
 Comunicati
 Il Punto
 Regolam. e Formula
 Campi
 Premiazioni
 Statistiche
 Best Player
 Video
 Area Riservata
Convenzioni
No banner in farm
Informazioni
 Chi Siamo
 Contattaci
 In caso d'infortunio
 Arbitri MSP
 Smartphone
 Convenzioni
 Modelli Vari
 Previsioni Meteo
 Archivio Pagine
Cerca
MARACANA' 2011/12 CRONACA
Giornata Data Ora Campo Squadre Ris. Opzioni
Fase Finale
Semifinali

       
VEN 25/05/2012 18:00 Newton  Blues
-  A.M. Cafè Solìto
Pusceddu Andrea
Di Foggia Luigi
0 - 3
Apri in PDF       
CRONACA DELLA PARTITA - [1550 view]
Dante
25/05/2012
21:27

9.578 batt.
Dopo una mattinata di caldo estivo e due ore di pioggia nuovamente sole negli occhi e ascelle in crisi. Ma non c’e’ tempo per le considerazioni meteo, siamo allo spazio Newton pronti per celebrare il punultimo atto di questa edizione del Maracanà. La prima semifinale in programma oggi è tra l’Aeronautica Militare Cafè Solito vittoriosi nell’incontro che li ha visti opposti a Capitaneria e Blues che invece hanno vinto nettamente il derby delle forse dell’ordine contro Carabinieri.
Chi vince Martedi’ verrà a giocarsi la coppa con le orecchie.
La direzione di gara è affidata a Cangemi seguito dalla sua splendida famiglia oltre che dall’amico e collega D’Angelo.

Assenze di qualche giocatore importante per Aeronautica. Atzei lascia infatti il posto a Piga e Carta assiste alla gara dalla panchina a causa di un problema di salute. Lunga panchina invece per Blues dell’assente Faustino Mereu.

Primo tempo:
La prima emozione dell’incontro la regala Soi. Azione sulla fascia destra del campo, sul vertice dell’area di rigore danza col pallone. Poi si porta la palla sul sinistro e conclude sul primo palo dove trova una splendida risposta a terra di Dessì.
Poco dopo Pusceddu aggancia un pallone impossibile in area avversaria e gira immediatamente verso Dessì. Il numero 1 di Blues è ancora attento e salva.
Dall’altra parte Deriu lancia per Busonera che dal fondo mette al centro. Piga è superato ma quando la palla sta per arrivare a Marongiu pronto a fare tap in, irrompe Lai a spazzare.
Ancora Blues, Fadda dalla tre quarti ci prova con un tiro angolatissimo. Piga un po’ coperto parte in ritardo ma ci arriva mettendo la palla in angolo.
Cambi, Damiano rileva un dinamico Deriu al 10’.
11’quando Farci sulla destra conquista il fondo e crossa a centro area. Pusceddu irrompe di testa alla Drogba ma non centra la porta di poco.
La partita è ancora bloccato sullo zero a zero. Blues appare molto compatta e con la strategia dei cambi mette in difficoltà gli avversari. AM è ben coperta grazie soprattutto a Pettinari e Lai e cerca in continuazione Pusceddu che fino a questo momento non riesce a incidere.
Al 12’ sempre dalla destra cross per Pusceddu sul secondo palo. Arresto e collo pieno a cercare il sette opposto. Palla sul fondo, ma Cangemi assegna calcio d’angolo per una leggera deviazione. Sugli sviluppo del corner nulla da segnalare.
Ancora Cambi, Blues tira fuori Damiano per Deriu mentre Manni lancia nella mischia Grecu per Scano.
Poco dopo entra il bomber De Gregorio per Marongiu e Zucca per De Martino.
Al 18’ Pusceddu prova a sbloccare la gara con una spettacolare rovesciata. Trova il pallone ma non riesce a imprimere la giusta forza cosi’ Dessì puo’ neutralizzare senza problema.
Damiano consuma il secondo Jolly entrando al posto di Busonera per le fasi finali di questo primo tempo.
C’e’ molto caldo cosi’ i mister optano per la strategia dei cambi veloci. Mastroviti per De Candia, Di Foggia per SimoSoi.
Al 21’ su conclusione di Damiano, De Gregorio potrebbe fare Inzaghi. E’ nel cuore dell’area avversaria e sulla traiettoria del pallone. Prova a metterci il piede nel tentativo di ingannare Piga ma gli va male.
Al 23’ D’angelo, appena entrato, ha la palla buona sul destro. Gran collo ma fuori misura.
E’ la volta di Floris che rileva De Gregorio in attacco.
Fadda di Blues è in un’altra serata di grazia. E’ in tutte le parti del campo. All’ultimo minuto, quando sembra che Pusceddu abbia fatto il movimento vincente, si lancia sulla traiettoria del pallone stoppando il rasoterra, che pareva insidioso, verso la porta avversaria.

All’intervello Cangemi ci racconta le sue impressioni. Ritiene che sia una bella gara ma vede leggermente meglio Blues in quanto sta affrontando la gara con piu’ determinazione. AMCS sembra invece un po’ troppo contratta e troppo alla ricerca del numero di Pusceddu.
Anche secondo Corda primo tempo piu’ in favore dei Blues perché stanno facendo giocare tutti e chiunque entri non fa rimpiangere il compagno che gli ha lasciato il posto. Perfetto spirito di squadra. Secondo il talento di Neoneli se continua cosi’ gli episodi decideranno la gara, si attende la zampata di un campione. Pusceddu da una parte e Damiano dall’altra gli osservati speciali.

Secondo tempo
Si apre con un bel movimento di Busonera, converge verso il sinistro e lascia partire un gran calcio che Piga devia volando sul sette destro.
Di Foggia, dimenticato due volte dalla difesa avversaria sulla sinistra, ha la palla buona per due volte. La prima la spreca perdendo l’equilibrio al momento del tiro, la seconda non battendo di prima. Dopo lo stop ha un uomo addosso ed è costretto a chiudere troppo l’angolo con la palla che finisce fuori.
Dall’altra parte Marongiu appoggia all’indietro per Busonera. Sinistro preciso e angolatissimo che sfiora il palo sinistro di Piga rimasto immobile.
Soi dalla sinistra in progressione, di suola come solo lui sa fare, scarica al centro leggermente indietro per Grecu. Gran botta che finisce vicino all’antenna di Sardegna 1.
Contropiede di Blues all’8’. De Martino potrebbe servire due compagni sul secondo palo ma non se ne accorge e conclude in corsa. Lo stesso Piga si aspettava il cross e si era posizionato piu’ verso il centro della porta. De Martino cerca invece il primo palo, ma Piga riesce ad arrivarci allungando il piede.
Blues recrimina un calcio di rigore per un intervento di mestiere di Pettinari su Marongiu, Cangemi fa cenno di continuare.
Deriu in velocità è messo davanti alla porta avversaria al 12’. Stoppa di destro e conclude di sinistro mettendo a lato di pochissimo.
Al 13’ AMCS viene premiata dallo schema Pusceddu cercato per tutto l’incontro. Riceve palla spalle alla porta, si gira sul sinistro e poi sul destro. Cerca lo spazio per il tiro che trova qualche passo piu’ in la senza perdere i riferimenti della porta. Quando lo trova arriva un palo rete sotto il sette dove Dessì non puo’ arrivare. 1-0 AMCS
Blues si disunisce e rischia al 15’. Pusceddu dalla tre quarti ha lo spazio per il destro ma lo spreca mettendo alto sulla traversa.
Passa un solo minuto quando Farci in posizione di centrocampista avanzato è lucido nel vedere e servire il Bomber Pusceddu in piena area. Dessì va in uscita disperata, ma il numero 9 blaugrana lo supera con un piatto sotto la traversa. 2-0
Al 18’ ancora AMCS che grazie al doppio vantaggio si è sciolta. Scano da posizione molto angolata cerca il palo lontano sfiorando di pochissimo la terza segnatura.
Blues prova a riorganizzarsi sospinta dalla grinta di De Candia. Busonera ancora dalla tre quarti cerca il palo lontando e sinistro di Piga. Palla che rimbalza sul muretto di fondo campo.
Farci da uomo anticipo a uomo assist, non smetterà mai di stupirci. Al 22’ trova un passaggio verticale col contagiri per Di Foggia bravo a leggere l’uscita di Dessì e superarlo con un rasoterra angolato che vale il 3-0
Per Blues l’uomo piu’ pericoloso è Busonera. Conclusione dal limite dell’area che vede Piga respingere sopra la traversa col guantone.
Al 23’ Fausto Fadda non contento della grande prestazione difensiva va in gita offensiva. Gran botta che vede Piga salvarsi in tuffo ma solo in due tempi.
A uno alla fine Manni lascia il meritato spazio a Antonio Alberto che si mette subito in evidenza con un grande intervento difensivo.
E’ la fine…. Al triplice fischio di Cangemi le squadre si scambiano i reciproci complimenti dimostrando sportività e correttezza. Dunque la finale è per Aeronautica che Martedi’ se la vedrà con i vincenti tra Quelli di Tiscali e Icall.
Dispiace per Blues soprattutto dopo averli visti a cuor leggero, compatti, lucidi e organizzati nel primo tempo. Sono passati dal possibile vantaggio a ritrovarsi sotto di un goal. Da li la gara è cambiata perché la squadra di Fadda si è disunita e quella di Pettinari si è invece scrollata di dosso la tensione.

Da segnalare
Lato Blues la grandissima prova di Fausto Fadda, in assoluto il migliore dei suoi. Lo segue Busonera uomo che ci ha provato a ripetizione. Anche Deriu soprattutto per generosità e continuità merita la citazione. Infine Damiano che, anche se gioca a sprazzi, quando è in campo è sempre un bel vedere. Non possono mancare nemmeno De Martino e De Gregorio, forse i due piu’ vicini a quello che sarebbe stato un meritato goal per la loro squadra
Lato Aeronautica da incorniciare la partita della difesa con Pettinari tornato insuperabile e Lai pronto a coprire anche nelle situazione piu’ disperate. A centrocampo un lucido Farci non fa notare l’assenza di Carta. Di Foggia corre e segna a testimonianza della grande gara disputata.

La stella
Se la sono giocata Fadda, Lai e il Bomber Pusceddu per tutta la gara. Ma è stato impossibile per tutti i presenti non notare come il numero 9 di Aeronautica abbia cercato per tre quarti dell’incontro la giocata personale. L’ha trovata e questa ha deciso l’incontro. Onore alla sua caparbietà oltre che tecnica e classe. Complimenti Bomber Andrea Pusceddu.
©2004-2019 Alberto Tiddia - Riproduzione vietata.