Elenco Tornei
Storico Tornei
InterAziendale 2016/17
Open 2016/17
Dati Torneo
 Riepilogo
 Calendario
 Classifica
 Marcatori
 Disciplina
 Fair-Play
 Squadre
 Qualificate
 Comunicati
 Il Punto
 Regolam. e Formula
 Campi
 Premiazioni
 Statistiche
 Best Player
 Video
 Area Riservata
Convenzioni
No banner in farm
Informazioni
 Chi Siamo
 Contattaci
 In caso d'infortunio
 Arbitri MSP
 Smartphone
 Convenzioni
 Modelli Vari
 Previsioni Meteo
 Archivio Pagine
Cerca
MARACANA' 2011/12 CRONACA
Giornata Data Ora Campo Squadre Ris. Opzioni
Fase Finale
Quarti di finale

       
LUN 21/05/2012 19:00 Newton  Cral Poste A
[ai rigori]
Madeddu Andrea
gioco scorretto Giordano Fabio
gioco scorretto Madeddu Andrea
-  iCall srl
[ai rigori]
Arba Emiliano
gioco scorretto Arba Emiliano
gioco scorretto Fadda Marco
proteste Zonza Mirko
3 - 4
(1-1 d.t.r.)
Apri in PDF       
CRONACA DELLA PARTITA - [1890 view]
Dante
21/05/2012
22:05

11.796 batt.
Coadiuvato dal sapiente AbramoCorda, unico intenditore di calcio della coppia, abbiamo l’onore di commentare il secondo quarto di finale di serata. Di fronte si trovano i campioni in carica di Icall che al turno precedente si sono nettamente liberati del non facile ostocolo Metro. Dall’altra parte Poste A ai quarti grazie alla rimonta su Polizia Stradale. La formazione di Vaccargiu è ancora alla ricerca del primo titolo nel torneo nonostante da sempre sia assoluta protagonista di ogni fase del lungo e difficile Maracanà. Qualche problema di numero per vari infortuni per i neri di Poste, non ultimo quello del bomber Serreli comunque a seguito della sua squadra.
La direzione di gara è affidata all’umidiccio Diana.

Formazioni iniziali:
Icall che attacca verso Sardegna 1: Pinna, Arba, Mei, Mereu, Fadda, Zonza, Pranteddu. Allenatore Mereu Giuseppe
Poste che attacca verso la piana del Carrefour: Cireddu, Pisano, Murgia, Madeddu, Argiolas, Giordano e Sitzia. Allenatore Pietro Vaccargiu

Primo tempo:
Un uno contro uno di Tore Mereu su Murgia procura un leggero stiramento per IL Difensore (le maiuscole non sono a caso) di Poste al 4’. Lo stoico Marco prova a rimanere in campo, ma Vaccargiu prepara il piano B facendo scaldare il figlio Davide.
Al 5’ registriamo un’ interessante punizione per Poste. Battuta potente e rasoterra di Sitzia nel tentativo di sorprendere Pinna con la collaborazione del terreno viscido. Il portierone di Icall è ben piazzato e in allungo la tocca in angolo.
Al 6’ angolo di Arba messo in mezzo all’area con convinzione. Zonza c’e’ ma trova l’impatto col pallone solamente di ginocchio, la sfera si alza sulla traversa di Cireddu.
Al 7’ Madeddu inventa sul filo dell’area avversaria un passaggio filtrante per Argiolas. Nel cuore dell’area avversaria il numero 22 prova a metterla sotto il corpo di Pinna in uscita. La palla viene smorzata dal fondoschiena del numero 1 icall. Sempre il portiere in maglia verde abbranca in presa il pallone in un successivo e immediato intervento.
L’indiano Pisano di Poste chiama prima la palla sulla destra con segnali di fumo e gemiti dalla Sharapova. Rivevuto il pallone lo mette di prima, e in corsa, al centro dove Giordano prova la deviazione volante di tacco. Pinna è ben piazzato e un po’ con fortuna un po’ con istinto, e dunque bravura, devia il pallone salvando la porta.
Pinna torna a fare il fenomeno, ricordiamo che è miglior portiere del torneo in carica da due anni. Una punizione dal limite battuta a due per Giordano, vede il numero 26 nero concludere di potenza verso la porta avversaria. Solo con bravura Pinna allunga i pugni e la mette in angolo agendo in una frazione di secondo e con un muro davanti.
Arba ci prova al 15’. La sua girata è pero’ poco convinta e finisce la sua corsa sul fondo.
Cambi al 16’. Per Icall Sartini e Aste rilevano Fadda e Mei. Per Poste Vaccargiu sostituisce Murgia che esce sconsolato oltre che dolorante.
Il cambio difensivo confonde i Postali. Un difensore, di cui non diciamo il nome perché simpatico oltre che bravo, effettua un assurdo passaggio orizzontale. Arba capisce tutto e comodo comodo in piena area avversaria scarica tutta la furia agonistica di Icall in fondo al sacco. 1-0 Icall
Buona combinazione Poste, Vaccargiu sulla destra per Sitzia che appoggia indietro per Argiolas. Conclusione immediata, ma palla ancora alta sulla traversa di Icall.
Risponde Icall con una splendida azione corale. Mereu va via sulla sinistra, sul limite dell’area serve al centro Pranteddu che portando via l’uomo fa velo per Arba sul secondo palo. Emiliao apre troppo il piattone cercando il palo lungo di Cireddu. Palla clamorosamente sul fondo.
Al 21’ Poste ci prova ancora su punizione col Bomber Sitzia. Gran botta centrale che esalta ancora le gesta di Pinna. Guantone che devia la palla sul fondo.
Poste balla ancora in difesa. Prateddu scambia in piena area avversaria con Arba che gli restituisce la palla di testa. Il numero 13 bianco anticipa l’uscita di Cireddu con un tocco in allungo. La palla rotola piano piano finendo sul fondo dopo aver sfiorato il montante sinistro del numero 12 Poste.
Al 24’ Sitzia riesce nell’intento di servire Argiolas sulla corsa in area Icall. Il numero 22 Nero si gira e offre assistenza appoggiandola leggermente indietro per Vaccargiu. Il 27 nero carica la gamba e conclude senza trovare la porta.
Prima del duplice fischio di Diana che manda tutti a riposo c’e’ da registrare la splendida giocata di Sitzia, bravo a liberarsi del suo avversario con un doppio tocco e a concludere verso la porta Icall. Pinna è ancora superlativo, ci arriva ancora facendo imprecare, ma al tempo stesso applaudire, la panchina di Poste.

Finisce il tempo. Una bellissima partita caratterizzata dagli alti ritmi e da continui ribaltamenti di fronte. Poste cerca di fare piu’ possesso e arriva piu’ spesso dalle parti del portiere avversario. Trova davanti a se un grandissimo Pinna intento a dimostrare quanto sia pesante l’assenza del suo nome tra le nomination del miglior portiere. Icall si affida alla rapidità e alla concretezza del reparto offensivo oltre che all’affidabilità di Zonza e soci. Il goal è un episodio, ma piu’ volte Icall ha sfiorato il raddoppio legittimando il vantaggio. Partita ancora tutta da giocare anche se la situazione favorisce piu’ il gioco in ripartenza di Icall e Poste ha il problema di Murgia acciaccato e dell’assenza dei cambi.


Secondo Tempo
Si apre con un fulmineo contropiede di Icall. Mei libera la propria metà campo, Mereu va via di tacco e sulla linea di fondo la mette in mezzo per Arba. Quasi sulla linea di porta Madeddu dimostra che nel Sulcis la diagonale difensiva la spiegano eccome. Interviene spazzando tutto e tenendo in gioco ancora i suoi.
Mereu al 2’ danza sul pallone sulla tre quarti centrale e a un passo dalla linea di porta prova a piazzarla sul palo lontano. Palla che sfila sul muretto di fondo dopo esser passata a pochi centimetri dal palo sinistro di Cireddu.
Al 3’ infortunio per Davide Vaccargiu. Si blocca in mezzo al campo per un colpo alla testa nell’occasione dell’azione di Mereu. Lascerà il campo in ambulanza accompagnato dal Padre Pietro, allenatore di Poste, tra gli applausi e l’apprensione di giocatori e pubblico di entrambe le squadre. Colgo l’occasione per ringraziare a nome di tutta ALAN Angelo Sbardella per l’aiuto profuso e per la competenza e serietà con cui ha gestito la situazione. A Davide gli auguri di tutta Alan.
Giallo per Madeddu reo di un intervento in scivolata un po’ pericoloso ma non cattivo su Mereu a centrocampo.
Ammonito poco dopo anche Arba per un fallo su Sitzia lanciato sulla fascia destra.
Sulla conseguente punizione Giordano confeziona una grande conclusione che aggira la barriera e sfila di pochissimo sul fondo dalle parti del palo destro di Pinna.
Diana sventola il cartellino chiaro anche a Marco Fadda reo di aver fermato Argiolas a centrocampo.
Poste avanza il raggio del gioco e si fa sempre piu’ pericolosa dalle parti della porta di Icall. Argiolas guadagna dalla linea di fondo e spara di potenza verso il centro dell’area dove è ben appostato Giordano. Pinna è ancora decisivo perché la sfiora quel tanto che basta a mettere fuori causa il possibile tap in del numero 26 nero.
Ormai la partita si trasforma in un Poste contro Pinna. Madeddu conclude una buona azione della sua squadra con un preciso piatto sotto la traversa respinto ancora dal guantone aperto del numero 1 Icall.
Dopo un lungo intervallo di tempo necessario al trasferimento di Davide Vaccargiu in ambulanza, la partita riprende con una doppia occasione per Icall. Arba serve di testa per Fadda che davanti a Cireddu tocca d’istinto nel tentativo di tap in vincente mettendola alta sulla traversa.
Passano solo 30 secondi e un’altra buona azione dei bianchi porta Pranteddu sul limite dell’area a concludere con calma. Cerca di piazzarla sul sette sinistro di Cireddu sbagliando ancora la mira.
Al 19’ c’e’ il pari. Argiolas va via sulla sinistra e serve in area Sitzia bravo a tagliare in mezzo a due avversari in bianco col tempo giusto. Si sente un colpo e il fischio di Diana con Sitzia a terra. E’ calcio di rigore che batte Madeddu. Palla in fondo al sacco nonostante l’intuizione di Pinna.
Al 21’ ammonito Zonza per vibranti proteste dopo una punizione assegnata da Diana in favore di Poste sulla tre quarti bianca.
Poste ne ha di piu’. Giordano in contropiede cerca il primo palo di Pinna trovando solo l’esterno della rete.
Al 22’ ammonito anche Giordano per gioco scorretto.
A 1’ dalla fine per Icall rientra finalmente Mereu ma anche i suoi pregevoli tentativi si spengono sulla difesa avversaria.
Non c’e’ piu’ tempo, Diana è costretto a soffiare ancora due volte nel fischietto e organizzare la lotteria dei rigori.

Calci di rigori battuti lato Sardegna Uno.
Inizia Icall con Mereu che ruba il posto a Pippo Sartini. Palla fuori
Risponde Argiolas, tiro centrale parato da Pinna
Mei per i bianchi, palo rete. 2-1
Sitzia sul dischetto. Pinna devia ma non trattiene, 2-2
E’ la volta di Arba, piatto in rete. 3-2 Icall
Giordano contro Pinna, palla fuori. Si rimane 3-2
Pinna emula il portiere del Bayern e va contro Cireddu. Palla alta sulla traversa. Ancora 3-2
Pisano di Poste non si emoziona, a segno. 3-3
Pranteddu a chiudere per i bianchi. Gran rasoterra 4-3
Rigore decisivo per Madeddu. Troppo morbido. Pinna para regalando la semifinale a Icall.


Diana decreta la fine delle ostilità. Avanza dunque Icall che fa valere la legge della difesa del titolo a discapito della testa di serie numero 1. Dispiace per Poste, sembrava l’anno giusto. Pesano troppo per i neri gli infortuni nel momento decisivo del torneo e – parere personale – l’assenza incomprensibile di un uomo come Muggironi che non si puo’ regalare agli avversari specie se si chiamano Icall e specie in una situazione di emergenza.
Oggi comunque, a parte la sfortuna – in particolare quella legata agli infortuni di Murgia e Vaccargiu- hanno pesato le troppe occasioni non sfruttate dalle parti della porta avversaria. Probabilmente ha influenzato anche il lungo periodo di non gioco e l'abbandono del campo del Mister Vaccargiu che giustamente ha seguito il figlio.
Che dire di ICall, solita furia agonistica, concretezza e lucidità specie del suo portierone nei momenti che contano. Qualche errore sotto porta che potevano pagare a caro prezzo, ma a questo punto è tutta esperienza in previsione della semifinale.

Da segnalare
Per Poste un buon Cireddu, lo stoico Murgia che ha dovuto giocare quasi tutta la gara claudicante, un ottimo Giordano e il solito bravissimo Andrea Sitzia non fortunatissimo questa sera.
Per Icall Arba in tutte le azioni che contano incluso goal, Zonza ottimo regista difensivo, non male la prova di Fadda e la continuità –oltre che invidiabile sportività- di Mereu.

Il migliore
Se un po’ lo conosco so che non ha preso benissimo la questione delle nomination sul miglior portiere, ma ha risposto alla sua maniera, sul campo e con i fatti. E’ stato ancora una volta decisivo per le sorti di una gare a eliminazione diretta e autentico trascinatore della sua squadra. A lui, Alessandro Pinna, con piacere va la stella che premia l’uomo partita. Complimenti.

P.S. Pietro per piacere facci sapere di Davide.
Vaccargiu Davide
22/05/2012
11:39
Grazie a tutti per l'aiuto ed il sostegno e per la splendida organizzazione del torneo. Io sto bene, dopo qualche ora (4 ore) sono stato dimesso dal pronto soccorso e sono tornato a casa. Ora ho un bel bozzo in testa alla Quasimodo ma passerà presto. È andata bene. Ancora grazie a tutti Ps.mi son ritrovato al pronto soccorso con un giubottino non mio, chi me l'ha prestato??
Fadda Marco
22/05/2012
11:47
meglio cosi!!!
Dante
22/05/2012
13:14
Ciao Davide, avevo avuto la sensazione che la crisi fosse piu' legata a spavento, colpo e agitazione intorno a te. Per questo ho provato anche a dire quella marea di cazzate, non perchè sia poco serio. Sono contento che stia meglio ma mi dispiace per te sul rientro a casa. Cerca di rimanere in convalescenza per un po prima che Pietro possa riprendere a tartassarti con le tattiche di calcio e non solo. A parte gli scherzi guarisci in fretta e vieni a trovarci. Per quel che riguarda il giubbotto è il mio. L'avevo detto a tuo Padre ma credo che giustamente non l'abbia registrato. Ti chiedo la cortesia di riportarmelo ai prossimi appuntamenti ALAN. O semifinali o finale. Grazie e ciao, Da.
Angelo
22/05/2012
13:31
Abbiamo avuto questa mattina le necessarie tranquillizzazioni da Pietro.
Riprenditi al più presto e trascina il tuo vecchio a seguire assieme a noi la fase finale.
Pettinari Claudio
22/05/2012
14:24
E' bello sentire che Davide sta bene e gli auguro una prontissima ripresa dell'attività sportiva.
Caro Dante non ti giustificare per ciò che hai detto durante i soccorsi a Davide, quello è il tuo normale comportamento carlofortino!!!
A presto......
©2004-2020 Alberto Tiddia - Riproduzione vietata.