Elenco Tornei
Storico Tornei
InterAziendale 2016/17
Open 2016/17
Dati Torneo
 Riepilogo
 Calendario
 Classifica
 Marcatori
 Disciplina
 Fair-Play
 Squadre
 Comunicati
 Il Punto
 Campi
 Premiazioni
 Statistiche
 Best Player
 Video
 Area Riservata
Convenzioni
No banner in farm
Informazioni
 Chi Siamo
 Contattaci
 In caso d'infortunio
 Arbitri MSP
 Smartphone
 Convenzioni
 Modelli Vari
 Previsioni Meteo
 Archivio Pagine
Cerca
TELECOM C5 - ESTATE 2009 CRONACA
Giornata Data Ora Campo Squadre Ris. Opzioni
Girone Unico
2a giornata

       
MAR 26/05/2009 18:00 Newton-1  AOU
Defraia Massimo
Fois Roberto
Tarquini Enrico
-  PFM
Argiolas Maurizio
proteste Frau Fabrizio
3 - 2
Apri in PDF     
CRONACA DELLA PARTITA - [1647 view]
Maurizio
26/05/2009
22:56

5.763 batt.
Secondo giornata del torneo Telecom Estate, e nella prima gara di oggi si affrontano, nella fornace di via Newton, AOU e PFM, entrambe sconfitte nella gara inaugurale dello scorso martedi.
PFM è reduce dal pesante passivo subito ad opera di Aosta, ed oggi ritrova uomini di peso (non certo fisico), come Alberto Tiddia e Maurizio Argiolas, per cercare i tre punti ai danni di avversari quotati, che seppur sconfitti la scorsa settimana, presentano giocatori di sicura esperienza e capacità tecnica.
Rispettato prima dell’inizio della gara un minuto di raccoglimento per la scomparsa del padre di Alberto Frau, al quale vanno le più sentite condoglianze da parte di tutta l’organizzazione.
Arbitra il Sig. Pilia
 
1° Tempo:
Servono tre minuti per registrare la prima occasione, con Zonca pronto a respingere con i piedi un velenoso destro di Cappai.
Lo stesso Zonca trenta secondi dopo manda a lato un potente destro di Defraia dal limite.
AOU insiste, ed al 5° Defraia pesca sul lato opposto del campo l’accorrente Tarquini, che con un preciso diagonale di destro batte Zonca in uscita: 1 a 0.
Il pari arriva un minuto dopo quando Fabio Murgia, sugli sviluppi di un contropiede, mette al centro per l’accorrente Argiolas, che di destro batte Randaccio: 1 a 1.
Al 7° Randaccio devia a lato un destro centrale di Murgia.
Al 9° Tarquini pesca tutto solo sul secondo palo Defraia, che a porta sguarnita cicca clamorosamente il pallone, permettendo cosi il recupero di Zonca.
Al 13° Defraia esplode una bomba di destro dalla linea laterale, sul quale Zonca è bravo a respingere con i piedi.
Un minuto dopo Trarquini, con un destro in corsa al limite dell’area, manda la palla ad incoccare la base del palo alla destra di Zonca.
Al 19° l’arbitro decreta una punizione dal limite valutando volontaria un retropassaggio di Murgia che Zonca blocca con le mani; batte Cappai ma Zonca respinge.
Sul capovolgimento di fronte Tiddia , con un bel diagonale dalla sinistra, impegna Randaccio in una difficile parata con i piedi.
Al 23° bello spunto personale di Fois, che si libera sulla sinistra e con un forte diagonale coglie il palo alla destra di Zonca, che è bravo trenta secondi dopo a respingere una conclusione ravvicinata di Defraia.
 
2° Tempo:
Al 2° occasiossima per Tiddia, che sfrutta un errore in disimpegno di Cappai, ma a tu per tu con Randaccio manda la palla a scheggiare la traversa.
Ma l’appuntamento con la rete per PFM è solo rimandata, perché un minuto dopo al termine di una veloce ripartenza, Tiddia serve sul secondo palo l’accorrente Argiolas, che di destro insacca senza difficoltà: 1 a 2.
La reazione di AOU è rabbiosa, e Frau, subentrato tra i pali ad inizio ripresa, deve impegnarsi non poco per respingere due pericolose conclusioni di Defraia prima e Cappai poi.
Al 10° Campagnola sfrutta un velo di Mureddu in mezzo al campo e si presenta tutto solo davanti a Randaccio, che è bravo a chiudere lo specchio della porta e respingere la conclusione.
La situazione si ripete trenta secondi dopo, e questa volta Campagnola calcia alto sulla traversa,
All’11° Tarquini, liberato davanti alla porta sguarnita da un assist di Defraia, cicca incredibilmente la palla, mancando il più facile dei goal.
Ma il pari per AOU arriva comunque al 12° con Fois, che dopo una spunto personale, con un gran diagonale di sinistro dal limite batte Frau: 2 a 2.
AOU trova il nuovo vantaggio al 14° con Defraia, che servito in area da Tarquini sugli sviluppi di un angolo, anticipa tutti ed insacca con un destro a mezza altezza: 3 a 2.
Al 19° Mureddu, lanciato sulla sinistra da un lancio di Murgia, dal limite dell’area angola troppo mandando la palla a lato.
Al 21° Tiddia ha il pallone buono al limite dell’aera, ma angola troppo il mancino, mandando la palla a lato della porta.
Un minito dopo AOU potrebbe chiudere la gara , ma il diagonale di Tarquini coglie il palo interno.
PFM ci prova ancora con Tiddia, che al 24° calcia alto da buona posizione.
 
AOU porta a casa i tre punti in virtù di un maggiore tasso tecnico, anche se non sempre l’organizzazione di squadra ed il gioco sono pari al talento che esprime, e lo fa ai danni di un ottima PFM, che dopo la pesante sconfitta dell’esordio, con l’organico finalmente al completo, gioca una gara a viso aperto, ribattendo colpo su colpo agli avversari, e mancando di poco un pari che non sarebbe certamente stato rubato.
Entrambe le formazioni possono comunque trarre elementi positivi per il proseguo del torneo.
 
AOU
Ottima la prestazione di Momo Defraia, si gran lunga il più pericoloso dei suoi; ogni volta che cambia marcia provoca sempre lo scompiglio nella difesa avversaria.
Buono l’esordio nel torneo di Tarquini, tonico e nervoso come sempre, segna un gran bel goal e sfiora più volte la seconda rete personale.
Ordinata la prova di Laconi in difesa, grintosa quella di Fois, e generosa anche se qualche volta confusionaria quella di Ignazio Cappai.
 
PFM
Tiddia si mangia qualche rete di troppo, ma ha il merito di liberarsi e proporsi spesso al tiro. Bella prova di Murgia, che unisce qualità e quantità, di Pantaleo, generoso come sempre, di Mureddu in mezzo al campo e di Zonca tra i pali.
Ma su tutte oggi spicca la prova di Maurizio Argiolas, che al rientro dopo lungo tempo segna due reti, cerca spesso la conclusione ed è sempre il punto di riferimento per i suoi compagni. Per questo assegno a lui la coppetta di uomo Alan della partita.
©2004-2024 Alberto Tiddia - Riproduzione vietata.